SICM - Società Italiana di Chirurgia della Mano
Cerca sul sito
Chirurghi e Professionisti »  SICM » Regolamento

Regolamento


 

1. Quote Sociali

Non sono tenuti al pagamento della quota sociale i Presidenti Onorari e i Soci Onorari.
Per i SOCI ORDINARI  la quota associativa annuale è di Euro 130,00. Per i “Giovani” la quota associativa annuale di Euro 70,00. Al raggiungimento del 75° anno i Soci   manterranno la loro qualifica senza dover più pagare la quota associativa annuale.
La quota associativa comprende l'abbonamento alla Rivista di Chirurgia della Mano, alle Riviste Online e a tutte quelle iniziative riservate alle categorie di iscritti attraverso  l’accesso all’area riservata.  
La quota associativa comprende inoltre l'iscrizione alla IFSSH e alla FESSH, esclusi i Soci Corrispondenti e i “Giovani”.
Eventuali modifiche delle quota associativa annuale saranno decise dall'Assemblea generale.
TOP

2. Iscrizione e Permanenza

Le domande di iscrizione come SOCIO ORDINARIO devono essere indirizzate alla Segreteria della Società su apposito modulo fornito dalla Segreteria stessa e devono contenere oltre la esatta e ben leggibile indicazione del Cognome e Nome, del domicilio e indirizzo, il curriculum vitae, l'elenco di tutti i titoli che il Candidato ritiene utile presentare. Sarebbe opportuno accludere una copia delle Pubblicazioni.
Le firme dei due Soci Ordinari presentatori devono essere facilmente comprensibili.
Le domande di iscrizione in qualità di GIOVANE devono anch'esse pervenire alla Segreteria della Società con i dati anagrafici e i titoli eventuali.
Il Consiglio Direttivo in base all' art. 5 dello Statuto vaglia le domande e si riserva di richiedere la documentazione dei titoli di ammissione.
Le decisioni del Consiglio Direttivo saranno comunicate per iscritto agli interessati e l'ammissione sarà effettiva dal momento dell’invio della comunicazione di’accettazione da parte della segreteria SICM solo però se nel frattempo sarà stata versata la relativa quota.
La quota annuale deve essere versata alla Segreteria della Società in Firenze entro il 31 gennaio di ogni anno per mezzo di assegno bancario, carta di credito (procedura online) o bonifico bancario.
La Rivista Italiana di Chirurgia della  Mano, organo ufficiale della S.I.C.M. spetta di diritto ai soli Iscritti in regola con il pagamento della quota annuale.
TOP

3. Diploma

Ai Soci viene rilasciato un Diploma di nomina firmato dal Presidente e dal Segretario, a richiesta e a spese dell'interessato.
TOP

4. Indirizzi

E' fatto obbligo agli Iscritti di tenere informata la Segreteria della Società degli eventuali cambiamenti di indirizzo lavorativo e di domicilio
TOP

5. Cessazioni

Gli Iscritti che non intendono più far parte della Società debbono comunicarlo per lettera raccomandata o mail alla Segreteria. La disdetta decorre dal 1 gennaio purché sia stata comunicata entro il 31 ottobre dell'anno precedente. Gli Iscritti morosi nel pagamento della quota annuale,  qualora non si fossero messi in regola entro il 31 dicembre dell'anno successivo a quello del  pagamento della quota, perderanno la qualità di Iscritto.
Quegli Iscritti che, per la loro condotta, fossero ritenuti indegni di appartenere alla Società, possono essere segnalati per la radiazione, da parte di qualsiasi Iscritto, al Consiglio Direttivo, il quale deciderà insindacabilmente tenendo conto della relazione del Collegio dei Probiviri.
TOP

6. Compiti dei Revisori

I Revisori dei Conti riferiscono per iscritto al Consiglio Direttivo sull'andamento dell'amministrazione alla fine del loro incarico in occasione dell' Assemblea. Il controllo amministrativo societario va effettivamente svolto del Collegio dei Revisori dei Conti, secondo le norme del Codice Civile, dello Statuto e Regolamento sociali.
TOP

7. Compiti dei Probiviri

I Probiviri esaminano e giudicano le eventuali questioni insorte:
a) per investitura da parte del Presidente della Società;
b) su domanda di uno o più Soci, qualora il Consiglio Direttivo non avesse accolto le loro istanze;
c) di propria motivata e documentata iniziativa preventivamente comunicata per il necessario assenso, al Presidente della Società.
La composizione di ogni eventuale controversia, di cui all'art 11 dello Statuto, ivi comprese le eventuali segnalazioni di Iscritti per la radiazione dalla Società, è affidata al Collegio dei Probiviri. Il Collegio dei Probiviri, nel più breve tempo possibile, comunque nel termine massimo di sessanta giorni dalla notifica della vertenza, esprimerà le proprie conclusioni al Consiglio Direttivo. Eventuali documentate richieste di proroga saranno sottoposte al Consiglio Direttivo dal Collegio dei Probiviri con lettera spedita entro cinquanta giorni dalla notifica della vertenza al Collegio stesso. Le spese di carattere eccezionale sostenute dal Collegio, come quelle per acquisizione di varie documentazioni, visione di filmati, di interviste televisive o radiofoniche ecc.., saranno sostenuti dai Soci che su loro istanza avranno dato luogo alla vertenza.
Eventuali vertenze in corso, non espletate allo scadere del mandato, saranno demandate al Collegio subentrante al quale parteciperà, soltanto come relatore, il Presidente del Collegio uscente.
TOP

8. Relazioni Esterne

Il Consiglio Direttivo promuove le relazioni culturali sia con le altre Società medico-chirurgiche che nell'ambito delle attività scientifiche organizzate dalla Federazione Internazionale della Società di Chirurgia della Mano, e dalla Federazione Europea di Chirurgia della Mano, promuove e cura inoltre gli opportuni contatti con Enti Pubblici e poteri Pubblici sia centrali che locali (Ministeri, Regione ecc.).
Le relazioni culturali con la Federazione Internazionale e con la Federazione Europea, i cui Statuti e Regolamenti vengono accettati dalla S.I.C.M. (e sono di seguito allegati), sono promosse dal C.D. attraverso la figura di un Delegato per ogni Federazione.
I Delegati devono essere scelti tra i Soci Ordinari di provata esperienza clinico-scientifica che abbiano padronanza almeno della lingua inglese.
Essi sono eletti dal C.D. a maggioranza semplice, il loro mandato è: TRIENNALE, rinnovabile per una volta e revocabile dal C.D. stesso, ove si verifichino condizioni di inadempienza o scorrettezza nello svolgimento del mandato di rappresentanza.
I Delegati partecipano alle riunioni del C.D. con parere consultivo, ma senza diritto di voto, con il compito di informare il C.D. circa le iniziative delle Federazioni e di trasferire in quegli organismi i deliberati del Consiglio della S.I.C.M.
Se un Delegato è impedito a svolgere temporaneamente il suo mandato, il Presidente nomina un suo sostituto.
Quando il Delegato italiano ricopre cariche rappresentative o direttive delle Federazioni sono tenute a farsi carico delle sue spese le Federazioni stesse; quando svolgono il compito di Delegati della S.I.C.M. hanno diritto al rimborso delle sole spese di viaggio quando le riunioni non coincidono con i Congressi. I Delegati, nel partecipare alle riunioni delle Federazioni, trasferiscono a queste le decisioni del C.D. circa le rappresentanze italiane ai vari Comitati operativi delle Federazioni stesse preoccupandosi che la rappresentatività italiana sia tutelata e si fanno parte diligente presso il C.D. affinché, per quanto è possibile, statuti e regolamenti nazionali e internazionali nel loro evolversi siano mantenuti affini. L' attività internazionale della Società, gli impegni assunti dal C.D. attraverso i Delegati, vengono sottoposti annualmente all' Assemblea per l' approvazione.
TOP

9. Segreteria

Il Segretario della Società:
a) cura i rapporti con gli Iscritti, esegue l'aggiornamento dell'elenco di tutti gli Iscritti, informandone ogni anno la Redazione della Rivista di Chirurgia della Mano, del Bollettino di Informazione e il Coordinatore del Sito SICM;
b) provvede ad inviare con tre mesi di anticipo a tutti gli Iscritti l'avviso di convocazione di una Assemblea Generale in cui vi siano all'ordine del giorno "modifiche dello Statuto e del Regolamento" come da art. 8 dello Statuto;
c) cura i rapporti con le altre Società Scientifiche Italiane, Straniere, Enti Pubblici e Privati;
d) cura la stesura e le conservazione dei verbali delle Assemblee generali ordinarie e straordinarie;
e) ricopre le funzioni di Responsabile Sicurezza Prevenzione Protezione (R.S.P.P.) e a tale scopo cura che vengano rispettate le norme ed attuati gli adempimenti relativi al Decreto Legislativo 626 del 1994.


TOP

10. Tesoreria

Il Tesoriere:
a) gestisce il patrimonio secondo le indicazioni e previa approvazione del Consiglio Direttivo ed ha diritto di firma e rappresentanza per i rapporti economici, bancari e patrimoniali, disgiuntamente al Presidente;
b) cura la riscossione delle quote di ammissione e delle quote sociali, registrando in apposito bollettario (madre e figlia) ogni esazione fatta sotto qualsiasi titolo;
c) provvede al saldo delle fatture di spese fatte per conto della Società;
d) presenta, durante l'Assemblea ordinaria il bilancio biennale dopo averlo sottoposto al Collegio dei Revisori per essere approvato dall'Assemblea degli Iscritti nella seduta dell'Assemblea ordinaria;
e) ricopre le funzioni di R.G.S.Q. ( Rappresentante Direzione e Responsabilità Sistema di Gestione della Qualità ).

11. Responsabilità Sistema di Gestione della Qualità (R.G.S.Q.)

Il Rappresentante Direzione e Responsabilità Sistema di Gestione della Qualità (R.G.S.Q.), su delega del Consiglio Direttivo gestisce il Sistema di Qualità come descritto nel relativo manuale, affinché, interagendo con il Consiglio Direttivo stesso e con:
il Personale Amministrativo e di Gestione, i Collaboratori esterni ed il Personale Docente;
i Soci, i Fornitori, i Clienti e gli interlocutori Istituzionali;
gli Enti di certificazione e di controlli esterni, possa garantire il corretto funzionamento del sistema finalizzato alla massima soddisfazione di tutti gli Utenti.
All'interno del Sistema il Responsabile Gestione Sistema Qualità si occupa delle seguenti attività:
verifica tutte le fasi dell'attività aziendale per garantire il rispetto dei requisiti specificati dal Manuale e nelle prescrizioni contrattuali;
coordina le attività e i metodi di preparazione, gestione e identificazione della Qualità ( procedure, modulistica, istruzione operativa, ect: ) sino alla definitiva approvazione e verifica di non conflittualità delle stesse;
promuove la diffusione delle informazioni sulla Qualità a tutto il personale interessato;
ha l'autorità di interrompere qualsiasi processo sia chiaramente "fuori controllo" rispetto a quanto sopra detto;
coordina le attività di verifica ispettiva e le relative azioni correttive;
garantisce la sorveglianza sul Sistema e l'aggiornamento costante del Manuale della Qualità della documentazione corretta;
riferisce al Consiglio Direttivo sulle prestazioni del Sistema di Gestione per la qualità e su ogni esigenza di miglioramento;
assicura la promozione della consapevolezza dei requisiti del cliente nell'ambito di tutta l'organizzazione.


TOP

 

12. Congresso Nazionale Annuale, Simposi e altre Attività Scientifiche

L'Assemblea generale decide con tre anni di anticipo la Sede e il Tema di relazione del Congresso Nazionale scegliendo fra le varie proposte con votazione per alzata di mano a maggioranza semplice. Con le stesse modalità nomina il Presidente del Congresso. Il Congresso si svolge di norma nel periodo autunnale. La scelta della Sede deve avvenire  secondo i “ criteri per assegnazione congressi” allegati al presente regolamento.
Il Presidente del Congresso aggiorna, quando convocato, il C.D. sulla articolazione e sui contenuti del Congresso, il cui programma definitivo è sottoposto all'approvazione del Consiglio Direttivo. Tutti gli Iscritti potranno richiedere di partecipare ai lavori scientifici del Congresso inviandone richiesta entro la data stabilita dal Presidente del Congresso.
Il Consiglio Direttivo può proporre riunioni congiunte con altre Società di Chirurgia della Mano o di discipline attinenti, e promuove la partecipazione dei Soci Italiani ai Congressi organizzati dalle Federazioni Internazionali, Il Consiglio Direttivo può incentivare l'aggiornamento culturale e professionale dei giovani Soci con varie modalità (borse di studio, rimborso spese per viaggi di istruzioni, o rimborso spese per pubblicazioni meritevoli).
TOP

13. Congressi, corsi di insegnamento e di aggiornamento

La SICM può organizzare direttamente Corsi di insegnamento o aggiornamento da sola o con il concorso di Istituti o Dipartimenti.
La S.I.C.M. può dare il suo patrocinio a Congressi e Corsi di insegnamento e aggiornamento, organizzati da Soci, se il programma di questi e la rinomanza dei Docenti li fanno ritenere idonei.
La valutazione è fatta a maggioranza dal Consiglio Direttivo.
TOP

14. Elezioni degli Organi Societari

Le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali (Vice Presidente, Consiglieri, Segretario,Tesoriere, Collegio dei Probiviri e Collegio dei Revisori dei Conti) per il biennio successivo hanno luogo in occasione del Congresso Nazionale degli anni dispari.
Le elezioni avvengono sulla base di una lista di Candidati proposta dalla Commissione per le nomine.

COMMISSIONE NOMINE
Composizione: la Commissione nomine è costituita dal Vice Presidente in carica, con il ruolo di Presidente della Commissione, e dagli ultimi tre Past Presidents. Tali ruoli non sono rinunciabili. Nel caso uno dei Past President sia deceduto viene cooptato il Past President immediatamente precedente.
Ruolo: la Commissione Nomine valuta l’ eleggibilità dei Candidati alle varie cariche secondo i criteri sotto esposti.
In caso di più Candidati idonei al ruolo tenta una sintesi politica sulla base delle piattaforme programmatiche dei Candidati.
Presenta al Consiglio Direttivo della SICM le candidature rimaste in campo dopo l’opera di mediazione con un verbale firmato da tutti i Componenti della Commissione.
Modalità operative: la Commissione riceve le Candidature entro il 31/3/ dell’anno elettorale.
La Commissione conclude i lavori di valutazione delle Candidature entro il 30/6 dell’anno elettorale, per poter presentare il Verbale conclusivo al Consiglio Direttivo della SICM.
La Commissione pubblica, ad opera del Segretario SICM, il Verbale validato dal Consiglio Direttivo sul sito SICM entro il 31/7 dell’anno elettorale.

CARATTERISTICHE DEI CANDIDATI:
Candidati alla Vice Presidenza devono possedere le seguenti caratteristiche: essere Socio Ordinario della SICM da almeno 10 anni.
Deve aver già ricoperto uno dei ruoli elettivi (Consigliere, Segretario, Tesoriere ) per almeno un mandato.
Deve avere un Curriculum dedicato alla Chirurgia della mano.
Deve avere una riconosciuta valenza scientifica nazionale e internazionale, almeno a livello europeo.
Candidati al ruolo di Consigliere devono possedere le seguenti caratteristiche: Essere Soci ordinari della SICM da almeno 3 anni.
Devono avere un Curriculum scientifico e operativo dedicato alla Chirurgia della mano.
Devono aver dimostrato interesse e partecipazione alle iniziative scientifiche della SICM (Congresso Nazionale, Corso Microchirurgia, Corso dissezione, Commissioni SICM).

MODALITA’ di PRESENTAZIONE:
La dead line per la presentazione delle Candidature è il 31/3 dell’anno elettorale.
La Candidatura deve essere corredata dal Curriculum vitae dettagliato.
I Candidati alla Vice Presidenza devono allegare il Programma operativo che intendono attuare nel loro eventuale periodo di Presidenza.

RIELEGGIBILITA’ delle CARICHE:
Vice Presidente: Il Socio Ordinario che ha svolto la funzione di Presidente della SICM non può più presentarsi alle elezioni di Vice Presidente
Consigliere: Un Socio non può ricoprire il ruolo di Consigliere per più di 3 ( tre ) mandati anche non consecutivi.
Le elezioni avvengono sulla base di una lista di Candidati proposta dalla Commissione per le Nomine.
In caso di parità fra gli eletti nelle cariche di Vice Presidente, Segretario-Tesoriere, Consigliere, Collegio dei Probiviri, Revisori dei Conti viene considerato eletto l’Iscritto con più anzianità nella categoria ed in caso di ulteriore parità eletto l’Iscritto con maggiore anzianità anagrafica.
TOP

15. Partecipazione straordinaria ai Consigli Direttivi

A discrezione del Presidente della SICM, possono essere invitati, anche singolarmente, a riunioni del Consiglio Direttivo, Iscritti o non Iscritti alla SICM, quando la funzione o la particolare competenza degli interessati sia utile per la discussione di alcuni punti all'ordine del giorno.
TOP

16. Attività editoriale e rivista

La S.I. C.M. pubblica una rivista scientifica che si intitola "Rivista Italiana di Chirurgia  della Mano”. Il Comitato di Redazione per la Rivista è composto da un Direttore, un numero variabile di redattori,  un “Board” Italiano e un “Board internazionale.
Il Direttore e i Redattori sono nominati dal Consiglio Direttivo e durano in carica 5 anni.
Gli articoli, inviati al Direttore, verranno da lui esaminati da un punto di vista formale per valutare l'osservanza delle norme editoriali e saranno poi inviati, in forma anonima, a due componenti del Comitato di redazione che ne dovranno valutare il contenuto. Entro 30 giorni i testi dovranno essere restituiti al Direttore con un parere scritto che indichi una delle seguenti possibilità:
1) il lavoro può essere accettato integralmente o con modifiche da richiedere all' Autore.
2) il lavoro non può essere accettato ma potrebbe essere ripreso in considerazione se l' Autore lo modificasse seguendo i suggerimenti indicati.
3) il lavoro non può essere accettato.
In caso di discordanza tra i due giudizi, il Direttore può far valere il suo giudizio o sottoporre l' articolo al Comitato di Redazione in una riunione collegiale.
In casi particolari il Direttore può inviare gli articoli a esperti al di fuori del Comitato di redazione. Per ciò che riguarda le relazioni ai Congressi annuali della S.I.C.M., la loro selezione per la presentazione al Congresso, spetta al Comitato scientifico di questo, mentre la selezione per la pubblicazione sulla Rivista avviene con la normale procedura da parte del Comitato di Redazione. Gli atti del Congresso dovranno essere pubblicati a cura dell'organizzazione, sotto forma di abstract o di resoconto, sul Bollettino o sulla Rivista.
Le linee programmatiche editoriali della Società vengono pianificate dalla Commissione di Programmazione Editoriale e sottoposte al Consiglio Direttivo per l'approvazione definitiva.
La Commissione è composta da:
Presidente Onorario di Commissione ( con riconosciuta esperienza editoriale ) con mandato consultivo;
Presidente di Commissione con compiti di Direzione e Coordinamento ricoprendo anche la carica di Direttore del Comitato di Redazione;
Vice Presidente ( Membro della S.I.C.M. con interesse specifico nel settore editoriale);
Presidente della Commissione per le Monografie;
Presidente della Commissione Informatica;
Web-Master del sito della S.I.C.M.;
Rappresentante per la/le Casa/e Editrice/i;
Il Presidente della Commissione è nominato, su proposta del Presidente, dal Consiglio Direttivo e dura in carica 5 anni.
TOP

17. Gruppi di Studio

Su iniziativa di uno o più promotori, che ne abbiano fatto richiesta scritta e motivata al Consiglio Direttivo, e dopo l'approvazione di questo, può essere costituito un Gruppo di Studio su un argomento specifico inerente la chirurgia della mano.
I Gruppi di studio fanno parte integrante della Società e agiscono all'interno di essa; di conseguenza tengono rapporti diretti solo con il Consiglio Direttivo della Società e solo attraverso di esso, e con il suo consenso, possono intrattenere rapporti e partecipare ad attività scientifiche con Gruppi analoghi di altre Società scientifiche Italiane o Straniere.
Ogni Gruppo di Studio avrà non meno di due Membri che sceglieranno al proprio interno un Coordinatore: questi avrà il compito di coordinare l'attività, organizzando le riunioni, mantenendo i contatti con il Consiglio Direttivo della Società (che dovrà essere informato, tramite il Presidente o il Segretario, dell'attività e degli indirizzi del Gruppo), presentando in tempo utile eventuali richieste del Gruppo di intervenire come tale a Congressi o riunioni, interpellando il Consiglio Direttivo della Società su qualsiasi decisione, che non sia di ambito strettamente scientifico, inerente l'attività del Gruppo stesso.
Le richieste di entrare a far parte del Gruppo di Studio dovranno essere presentate per iscritto al Coordinatore, direttamente o tramite la Segreteria della Società da lui saranno sottoposte al Gruppo, che su di esse delibererà a maggioranza; se presentate da persone non iscritte alla S.I.C.M: le richieste dovranno essere corredate di dettagliate motivazioni.
Ogni Membro può recedere dal Gruppo di Studio di cui fa parte con una semplice dichiarazione scritta indirizzata al Coordinatore direttamente o tramite la Segreteria della Società.
Un Gruppo di Studio può sciogliersi in qualsiasi momento quando allo scioglimento non faccia opposizione più di un suo Membro.
Il Coordinatore notifica per iscritto lo scioglimento e le sue ragioni al Consiglio Direttivo della Società.


TOP

18. Commissioni

La Commissione è costituita da un Presidente, un Segretario Coordinatore e da Membri anche esterni alla Società.
Il Consiglio Direttivo, in relazione alle esigenze di promozione e controllo che si affacciano alla vita della Società, istituisce delle Commissioni, formate da Soci Ordinari, della cui attività si avvale, che hanno carattere permanente o temporaneo.
I Membri di tali Commissioni, ad eccezione della Commissione Nomine, vengono nominate dal Presidente e ratificate dal Consiglio Direttivo, durano in carica 2 anni e sono rinnovabili.
Tutte sono sottoposte in qualunque momento al giudizio e all' autorità del C.D.
Le Commissioni a carattere temporaneo sono sottoposte a giudizio di scioglimento da parte del C.D. quando questo ne ravvisi l' opportunità e su notifica del Presidente della Commissione quando la stessa abbia espletato il proprio mandato.
Per lo scioglimento delle Commissioni a carattere permanente, quando non si tratti di scadenza naturale, è necessaria l' approvazione dell' Assemblea.
Le Commissioni a carattere permanente sono:
1) Commissione per le Nomine;
2) Commissione Statuto e Regolamento;
3) Commissione di Programmazione Editoriale;
4) Commissione per le Monografie;
5) Commissione Soci;
6) Commissione C.U.M.I.;
7) Commissione Informatica;
8) Commissione Amministrativa Gestione Tesoreria;
9) Commissione Formazione e Istruzione Permanente.

TOP

19. Compiti delle Commissioni

Premesso che ogni singolo elaborato delle Commissioni deve essere sottoposto al Consiglio Direttivo per la relativa approvazione, i compiti delle Commissioni sono:
1) La Commissione delle Nomine propone la lista dei Candidati alla cariche sociali, che deve essere resa pubblica all'inizio del Congresso.
2) La Commissione Statuto e Regolamento ha il compito di vigilare sull' attualità ed efficacia dello Statuto e del Regolamento e, avvalendosi dei Delegati internazionali, uniformare, per quanto è possibile, questi strumenti a quelli internazionali. Propone al C.D. eventuali modifiche allo Statuto e al Regolamento.
3) La Commissione di Programmazione Editoriale (i compiti sono riportati nell'art. 16 - Attività Editoriale e Rivista - del presente Regolamento).
4) La Commissione per le Monografie ha il compito di proporre al C.D. gli argomenti delle Monografie e di curarne la realizzazione.
5) La Commissione Soci ha il compito di:
esaminare periodicamente l'attività dei Soci Ordinari e dei Soci Corrispondenti, valutando il loro diritto a far parte integrante della Società;
valutare le domande a Socio Ordinario e Aderente;
proporre al C.D. la nomina del/i Presidente/i Onorario/i, dei Soci Onorari non di diritto e dei Soci Corrispondenti.
6) La Commissione CUMI ha il compito di implementare le linee guida nazionali nel settore dell'emergenza-urgenza, e di elaborare i protocolli per la definizione ed il raccordo tra attività di I° e II° livello su tutto il territorio nazionale. La Commissione, attraverso i Suoi esponenti, partecipa attivamente ai lavori dell'analoga Commissione della FESSH.
7) La Commissione informatica operativa del Sito della S.I.C.M. elabora le strategie eventuali sulle modalità applicative.
8) La Commissione Amministrativa Gestione e Tesoreria, in base alle direttive impartite dal Consiglio Direttivo, cura la gestione economica-amminstrativa, l'approvvigionamento e la logistica unitamente alla gestione delle risorse umane e dei Soci. E' diretta dal R.S.G.Q. (Tesoriere).
9) La Commissione Formazione e Istruzione Permanente cura i rapporti con il Ministero della Salute, con le Regione, con il M.I.U.R. e gli altri Enti e Privati, Ospedalieri ed Universitari preposti. Segue le iniziative dell'uomo ed in particolare:
progettare e realizzare percorsi formativi residenziali ed a distanza per chirurghi della mano e altre figure professionali coinvolte nella disciplina della Chirurgia della Mano secondo quanto stabilito dai programmi di Educazione Continua in Medicina dal Ministero della Salute, dalle Regioni, Province Autonome ed altri soggetti.
TOP

20. Premio "Augusto Bonola"

La Società Italiana di Chirurgia della Mano, per onorare la memoria del Professore Augusto Bonola, istituisce un Premio "A. BONOLA" biennale per il migliore lavoro scientifico pubblicato sulla Rivista di Chirurgia della Mano e un Premio "A. BONOLA" quadriennale per la migliore opera monografica di chirurgia della mano.
Il Premio è riservato agli Iscritti sia Italiani che Stranieri, è indivisibile e consiste in una mano che regge un bisturi, modellata in argento, con inciso rispettivamente "Premio A. Bonola 20.." o "Premio A. Bonola 20.. 20.."
Il Premio viene consegnato dal Presidente della Società nella seduta inaugurale del Congresso. All' Autore o a ciascuno degli Autori viene consegnato un Diploma.
Per il Premio biennale vengono presi in considerazione tutti i lavori pubblicati sui fascicoli della Rivista di Chirurgia della Mano sino al 31 marzo di ogni anno.
Per il Premio quadriennale vengono prese in considerazione le opere monografiche di chirurgia della mano di argomenti strettamente attinenti pubblicati nell'ultimo quadriennio anche in lingua straniera, e inviate in quattro copie, in allegato alla domanda, alla Segreteria della Società entro il 31 marzo dell' anno corrispondente alla scadenza quadriennale del Premio.
Ogni anno, nel periodo compreso tra il 1 aprile e il 31 di maggio, il Consiglio Direttivo nomina una Commissione formata da tre Membri scelti, per autorevolezza e competenza, fra tutti i Soci (esclusi i Membri del Consiglio Direttivo e i Candidati al Premio).
I Membri della Commissione variano ogni anno e non sono rieleggibili prima di cinque anni.
Nell' anno del doppio Premio, biennale e quadriennale, la Commissione è la stessa per entrambi.
Essa può avvalersi della consulenza del Comitato Scientifico consultivo della Rivista di Chirurgia della Mano.
La Commissione decide con criterio insindacabile e deve consegnare alla Segreteria della Società il verbale dei lavori entro quindici giorni dalla data del Congresso annuale.
Il Verbale, dopo essere stato preso in visione dai Membri del Consiglio Direttivo, resta agli atti della Società e può essere consultato da ogni Socio.
La Commissione può non assegnare il Premio.
Il Premio non può essere assegnato per motivazioni diverse da quelle previste dal presente Regolamento.
TOP

21. Codice Etico

Ogni socio deve attenersi al codice etico della Società, allegato al seguente regolamento.
TOP