SICM - Società Italiana di Chirurgia della Mano
Cerca sul sito
Area Formazione »  Pubblicazioni » Norme Editoriali

Norme Editoriali

La “Rivista di “Chirurgia della Mano”, organo ufficiale della Societa Italiana di Chirurgia della Mano (SICM), proprietaria esclusiva della testata, pubblica contributi redatti in forma di editoriali, articoli di aggiornamento, articoli originali brevi, casi clinici attinenti alla mano e all’ arto superiore.

Ogni Autore è responsabile del contenuto dei testi firmati, i quali pertanto non rappresentano necessariamente opinioni o convinzioni condivise dall’Editore o dalla SICM.

Gli articoli devono essere inediti e non sottoposti contemporaneamente ad altra rivista.

Il materiale completo di testo e immagini deve esse- re inviato esclusivamente via e-mail a: cgems.redazione@cgems.it , specificando nell’oggetto “articolo per la rivista di Chirurgia della Mano”. L’articolo verrà sottoposto al giudizio di referee qualificati e del Comitato Scientifico della rivista. Il lavoro verrà pubblicato solo se ritenuto idoneo e rispondente ai contenuti trattati dalla rivista.

Ogni articolo deve essere accompagnato da:


-ABSTRACT in lingua inglese (massimo 1000 battute spazi inclusi).

-Curriculum vitae breve in formato europeo complete di data e firma

-Dichiarazione di assenza di conflitto di interessi fermata dall’Autore

 

CONFLITTO DI INTERESSI

La Rivista di Chirurgia della Mano richiede che tutti gli autori dichiarino nella lettera di accompagna- mento un eventuale conflitto di interesse finanziario correlato al lavoro descritto nel paper. In tal caso è necessario sottoscrivere una breve dichiarazione, da pubblicare alla fine del manoscritto, che descrive gli interessi e i coinvolgimenti in conflitto.

Questi includono:


  1. sostegno al lavoro, o ad altri progetti, sia finanziario sia in natura da parte di enti, società o organizzazioni le cui finanze o reputazione possono essere influenzate dalla pubblicazione del lavoro;

  2. qualsiasi rapporto di lavoro o di consulenza (sia pagato sia non pagato) con un’organizzazione le cui finanze o reputazione possono essere influenzati dalla pubblicazione del lavoro;

  3. un qualsiasi interesse finanziario diretto degli autori o dei loro coniugi, genitori o figli (partecipazioni personali, consulenze, brevetti o richieste di brevetto), il cui valore potrebbe essere influenzato dalla pubblicazione.

Gli autori possono rendere una dichiarazione con- giunta che non hanno interessi in conflitto con la pubblicazione del lavoro.

 

NORME GENERALI

  • I testi inviati devono essere in Word per Windows o Mac;

  • usare un’interlinea doppia; tutte le pagine devono essere numerate

  • scrivere in corpo 12 pt in Times New Roman;


  • non utilizzare elencazioni automatiche da word ma inserire la tabulazione;

  • il testo deve essere digitato tutto in M/m, adottando le lettere maiuscole esclusivamente per il titolo dell’articolo e le sigle;


  • non dare al manoscritto una struttura simile all’impaginato definitivo (es. rientri di paragrafo manuali con tabulazioni, spazi multipli o colonne);

  • stili e formattazione: non formattare i titoli (es. grassetto, corsivo, maiuscoletto, MAIUSCOLO ecc.) ma segnalare sul dattiloscritto i vari livelli

 

TESTO

Tutte le parti del lavoro devono essere in un unico file, il cui titolo deve contenere il cognome e il nome esteso del/gli autore/i oltre alle affiliazioni.
Tutte le parti dell’articolo devono iniziare su una pagina nuova e nel seguente ordine: titolo, riassunto, testo, ringraziamenti, bibliografia, tabelle, legenda. Il testo dell’articolo è preferibile sia suddiviso in: Introduzione, Materiali e Metodi, Risultati, Discussione. Non è necessaria la presenza di una conclusione (è già nel riassunto).

 

TITOLO

La pagina con il titolo deve contenere, in ordine:

-titolo dell’articolo (in italiano e in inglese);

-parole chiave (non più di 5, in italiano e 5 in inglese)

-cognome e nome di tutti gli autori per esteso;

-nome e indirizzo completo dell’Istituto, Clinica o altro Ente presso il quale è stato eseguito il lavoro;

- cognome, nome, indirizzo, numero di telefono e/o di fax, indirizzo e-mail dell’autore referente al quale saranno inviati la corrispondenza, le bozze e gli estratti

 

AUTORI

Non sono ammessi più di 6 autori per articolo e più di 3 per i casi clinici brevi: il testo deve essere firmato dall’autore responsabile; l’eventuale partecipazione di persone non comprese fra gli autori può essere segnalata nei ringraziamenti.

 

RIASSUNTO/ABSTRACT

Va redatto in inglese, e preferibilmente anche in italiano. Deve essere di almeno 1000 battute spazi inclusi. Deve indicare lo scopo del lavoro, i procedimenti utilizzati, i risultati e la conclusioni. Non vanno utilizzate abbreviazioni, né vanno inserite note a piè di pagina, riferimenti bibliografici, dati statistici.

 

DENOMINAZIONI COMMERCIALI

Le denominazioni commerciali di farmaci, materia- li, strumenti ecc. devono essere evitate; se per chiarezza fosse necessario citarne qualcuna, scriverle tra virgolette e con iniziale maiuscola dopo il nome scientifico.

 

ABBREVIAZIONI E SIGLE

Vanno accompagnate, alla prima apparizione, dalle parole scritte per esteso.

 

TABELLE

Evitare tabelle più lunghe di una pagina con molti dati, è meglio separare i dati in tabelle separate. Ogni tabella deve essere redatta su una pagina nuova; l’interlinea doppia e i dati disposti orizzontalmente. Numero e titolo della tabella vanno in alto a destra e la legenda a pié di pagina. Le citazioni delle tabelle nel testo vanno riportate con l’abbreviazione (Tab. 1).

 

ILLUSTRAZIONI/IMMAGINI

Fotografie, disegni, grafici, diagrammi e radiografie devono essere inviati solo in formato elettronico come allegata di un’e-mail a: cgems.redazione@cgems.it . Le immagini vanno salvate come singolo file in formato jpg, tiff, bmp, eps e devono avere una risoluzione di almeno 300 dpi. 
Un’immagine a 300 dpi corrisponde ad un file di 1,5 MB circa o maggiore. Le citazioni delle figure nel testo vanno riportate con l’abbreviazione (Fig. 1).  

COLORE IN STAMPA

La rivista è pubblicata in bianco e nero. Illustrazioni a colori possono essere incluse nel testo stampato, a discrezione dell’editore. Può essere richiesto all’autore di coprire i costi supplementari sostenuti per la stampa a colori delle illustrazioni. Prima della pubblicazione, gli autori saranno avvisati dei costi, che dipendono da dimensioni e quantità delle illustrazioni a colori.

 

PRIVACY

Non devono essere inclusi dati che consentono di identificare il paziente o la sua cartella, a meno che non si alleghi la liberatoria del paziente datata e firmata.
Per le fotografie, in assenza di permesso, va indicato il possibile taglio che renda l’immagine non identificabile; se mancherà tale indicazione, i ritocchi per rendere irriconoscibile la persona saranno eseguiti dall’Editore.

 

PERMESSI DI RIPRODUZIONE

Il materiale illustrativo tratto da fonti già pubblicate, o comunque di proprietà privata, dovrà essere accompagnato dal permesso dell’autore e/o dell’Editore o comunque del titolare dei relativi diritti. Sono gli autori degli articoli che devono procurarsi le relative autorizzazioni per pubblicare materiale coperto da copyright.

 

RINGRAZIAMENTI

Devono essere scritti su un nuovo foglio; si possono ringraziare tecnici, traduttori o altri collaboratori, ma non chi ha partecipato alla stesura dell’articolo.
È consuetudine ringraziare chi ha offerto borse di studio o altri tipi di sostegno finanziario. I ringraziamenti per il materiale preso in prestito dovrà essere redatto come segue: “Per gentile concessione di........., da......[qui la fonte se pubblicato]”

 

BIBLIOGRAFIA

Le voci bibliografiche vanno numerate progressiva- mente con richiamo numerico relativo in apice nel testo. I riferimenti bibliografici vanno riportati nel testo in numeri arabi. Alla fine del lavoro includere una lista bibliografica completa (comprendente al massimo 25 voci), nell’ordine in cui gli articoli ap- paiono nel testo (non in ordine alfabetico), secondo gli esempi che seguono. Se gli autori sono più di 3, vanno segnalati solo i primi 3 seguiti da et al.

 

ESEMPI:

1. Seger D, Welch L. Carbon monoxide controver- sies: neuropsychologic testing, mechanis of toxicity and hyperbaric oxygen. AnnEmergMed 1994; 24: 242-248.

2. Dell’Erba A, Fineschi V. La tutela della salute. Compatibilità economica e garanzie sociali. Giuffrè, Milano, 1993, pp. 25-30.
3.

3. Lawrence JS, Sebo M. The geography of osteoar- throsis. In: Nuki G. The aetiopathogenesis of osteo- arthrosis. Pitman, London, 1980, p. 155.